th-1

F 35/ Tante bugie, molte ipocrisie, una verità

 

 

La mozione del Pd sugli F35 è un’escamotage, una burla e una piccola furbata.  Come al solito si preferisce non prendere una decisione chiara e seria. Definitiva. Ma la domanda è molto semplice: dobbiamo o no avere un’Aeronautica militare? Secondo me sì.

 

Decida pure il Parlamento se l’”Arma azzurra” — con un numero di aerei di nuova generazione capaci di garantire la sicurezza dei nostri cieli — debba o no rimanere uno strumento militarmente credibile. Lo si decida. Subito. Ma immaginare di non rinnovare (con una decisa riduzione di macchine e personale)  mezzi ormai obsoleti è una sciocchezza. Cancellare il programma F35  significa sciogliere l’Arma, l’Aeronautica italiana. E diecimila posti di lavoro per l’industria italiana.

 

Ma non solo. E’ da bugiardi o da scemi sostenere che il frutto del “taglio” degli aerei potrebbe essere destinato alle scuole o altre priorità sociali.  Purtroppo non è così. Secondo le attuali normative i soldi che si risparmierebbero andrebbero solo ad abbattere il debito pubblico, soldi (e Letta lo sa bene) che non possono essere destinati altrove.

 

Personalmente, se questo strambo governo deciderà di annullare il programma F35 , mi batterò per destinare i fondi “risparmiati” al comparto ‘Sicurezza – Difesa’: un contributo per gli uomini e e le donne in divisa che, tutti i giorni, difendono la nostra libertà e la nostra sicurezza.

Berlusconi: una sentenza per eliminare un avversario politico

Quella emessa oggi nei confronti di Silvio Berlusconi e’ una sentenza unica nel suo genere , dove c’è un colpevole pur in assenza di vittime con le presunte parti lese che negano di essere tali. E’ una condanna che fa piacere ad una parte politica che la ha a lungo invocata e alla fine ottenuta sia pure con una sentenza che dovrà essere meglio vagliata dai successivi gradi di giudizio che mi auguro daranno ragione a Berlusconi . A gioire è solo chi a sinistra e al centro da anni si è posto come obiettivo l’eliminazione del loro principale avversario politico. Al presidente Berlusconi giunga la mia sincera vicinanza.

th-1

FdI: da Milano parte il cantiere della Destra. Con Giorgia

 

Nasce il ‘cantiere’ per riunificare la
destra italiana e dar vita a un nuovo centrodestra, capace di
intercettare i tanti voti persi nelle ultime tornate
elettorali. L’iniziativa, promossa da Fratelli d’Italia,
prendera’ il via anche in occasione delle ‘Giornate Tricolore’.
L’operazione, spiegano i fondatori di Fratelli d’Italia, vede
in Giorgia Meloni il perno su cui si basera’ il rilancio: “E’
il volto cui affidiamo la nostra immagine”, afferma Ignazio La
Russa in conferenza stampa. “L’alternativa a Renzi – dice Guido
Crosetto – pensiamo possa essere per tutti Giorgia”. Ma guai,
avvertono, a parlare di “operazioni nostalgia”, di ritorni al
passato. “Nove milioni di persone che non votano
piu’ il Pdl non sono mica ‘pizza e fichi’. Ci rivolgiamo a
loro”. Lo ha detto il deputato di Fratelli di Italia Massimo
Corsaro in una conferenza stampa con Ignazio La Russa e Guido
Crosetto alla Camera dei Deputati. “Quello che e’ chiaro – ha
detto Ignazio La Russa – e’ che noi abbiamo individuato Giorgia
Meloni come leader della fase fondatrice della nuova
piattaforma. Offre un riferimento preciso e una buona
prospettiva”. Gli esponenti di Fdi si ritroveranno tutti a
Milano venerdi’ e sabato per le “Giornate tricolore”, occasione
per un dibattito sulle idee e sul progetto politico, dal
presidenzialismo alle politiche fiscali, con ospiti il ministro
Gaetano Quagliariello e Giulio Tremonti. “Questa piattaforma -
annuncia Crosetto – vuole offrire dei contenuti di cui la
destra e il centrodestra devono occuparsi. Portare all’ordine
del giorno l’interesse Nazionale in Europa. Parlare di
sicurezza, cittadinanza. Noi siamo il partito che ha chiesto di
inserire il limite del 40% per il prelievo fiscale. Lo Stato
deve darsi dei limiti. Ci rivolgiamo anche al popolo della Lega
che al nord vale almeno il 30%. Vogliamo dare un aiuto al
centrodestra per farlo vincere. Essere un partito che cresce in
una coalizione che perde non ci interessa”, ha concluso
Crosetto”.

th-2

Pisapia contro pattuglie miste ma pronto ad usare militari per coprifuoco gelato?


Sì dice in città che il sindaco Pisapia, che finora ha rifiutato le pattuglie miste contro la criminalità, sia disposto a usare militari in divisa per far rispettare il ‘coprifuoco del gelato’ da lui voluto. Contro i pericolosi consumatori all’aperto di cioccolato e crema sì scatenera’ la repressione comunale che i soliti anticomunisti volevamo invece indirizzare contro giustificabili assassini e delinquenti o verso innocenti campi rom abusivi. Fratelli d’italia aderisce questa sera alla “degustazione collettiva” indetta dalla Confcommercio.

Afghanistan: L’Italia s’inchina di fronte alla morte di un suo figlio

Oggi l’Italia si inchina nel dolore per la morte di un suo figlio che in una terra lontana combatteva contro il terrorismo in difesa della pace e della sicurezza anche del nostro Paese. A nome mio personale e di Fratelli d’Italia desidero esprimere ai familiari, ai vertici militari e ai commilitoni del capitano del Terzo Bersaglieri le più sentite condoglianze. Ai tre militari rimasti feriti rivolgo infine gli auguri di pronta guarigione.