L’Alta Velocità, fattore indispensabile per la modernizzazione dell’Italia

Ignazio La Russa ha visitato stamani il cantiere della Tav Torino-Lione a Chiomonte (Torino), accompagnato dall’on. Agostino Ghiglia.
«E’ stata l’occasione – ha spiegato cofondatore di Fratelli d’Italia – per portare innanzitutto solidarieta’ alle forze dell’ordine e ai lavoratori e per valutare lo stato di avanzamento dei lavori per la realizzazione dell’opera, strategica e fondamentale per lo sviluppo non solo del Piemonte ma di tutta l’Italia».
La Russa si e’ intrattenuto con i vertici della sosiceta Ltf (Lyon Turin Ferroviaire) e si e’ informato, trovando ampia conferma, del rispetto delle norme di tutela ambientale nell’avanzamento dei lavori.

«La TAV è inmanzitutto un problema politico e culturale» ha commentato La Russa «Oggi più di ieri, accanto all’opera di prevenzione e controllo delle forze dell’Ordine, è urgente recuperare il ruolo e il senso alto della Politica. Noi riteniamo necessario impostare in modo nuovo e innovativo il rapporto con il territorio per spiegare, convincere, mediare quanto serve, e infine decidere. L’esempio della Svizzera — una democrazia matura — che sottopose più di vent’anni fa il piano dei trasporti nazionale — un investimento colossale per un’opera avveniristica e oggi quasi conclusa — al voto popolare, deve farci riflettere».

Per La Russa «Tocca a chi amministra fornire risposte chiare, prospettive nette e comprensibili ai cittadini. Tocca ai partiti assumersi la responsabilità di trasformare la questione della modernizzazione (Alta velocità ma non solo) in un punto centrale del dibattito nazionale. Tocca alla Politica, con la forza delle idee, sottrarre ai demagoghi e ai lunatici il dibattito sul futuro del sistema Italia».

«Sono convinto – ha concluso il leader di Fratelli d’Italia – che anche la Valle di Susa voglia l’opera e che il dissenso, col procedere dei lavori, vedra’ venir meno le proprie ragioni. Il dissenso violento, al contrario, non va in alcun modo tollerata ma perseguito con intransigenza».