Il Giornale/ Fratelli d’Italia: “Noi voto utile”

larussa

«Il voto a Fratelli d’Italia è doppiamente utile» sostiene Ignazio La Russa, capolista alla Camera del nuovo partito “sottotitolato” Centrodestra nazionale. Al numero 2 Massimo Corsaro, mentre Riccardo De Corato corre al Senato. Spiega su Canale 5 l’ex ministro il motivo della doppia utilità: «Primo perchè si somma a quello del Pdl per battere la sinistra; secondo perchè è contrario a qualunque ipotesi di nuovo governo tecnico». E ancora: «Noi siamo nati per questo. Siamo orgogliosi per le tante buone cose fatte dal governo di centrodestra ma consapevoli che ci sono errori anche gravi che bisogna correggere».

Il cofondatore di Fratelli d’Italia lancia una proposta per il futuro: «Spero che in caso di pareggio nessuno si sogni di sommare i propri voti a quelli della sinistra e mi piacerebbe che il PdL prendesse questo stesso solenne impegno. Spero anche che gli elettori del PdL possano essere tutelati».

La Russa parla anche dei suoi rapporti con Gianfranco Fini, l’ex leader di AN che ha lasciato il PdL: «Io non rinnego i momenti, anche esaltanti, che abbiamo avuto insieme ma rimane tanta tristezza». E propone questa metafora per spiegare lo strappo di Fini: «la macchina del centrodestra correva veloce, il governo Berlusconi aveva i migliori consensi della storia repubblicana quando Fini, inopinatamente, decise di affacciarsi dal finestrino e bucare la ruota di destra. Da lì sono nati i nostri guai».

Il Giornale, cronaca milanese. 20 febbraio

“SILVIO FACCIA UNA LISTA E POI CI ALLEIAMO”

Berlusconi, La Russa

Dall’intervista di A. De Angelis sull’Huffington Post Italia del 20 ottobre


“Un po’ di silenzio non guasterebbe. Qua ormai pare di stare al Palio di Siena, dove prima della partenza i cavalli si spintonano davanti alla corda. Ma le pare possibile?
”. Ignazio La Russa è appena atterrato all’aeroporto di Palermo, per una due giorni elettorale. Ha più voglia di fare un comizio contro la sinistra che un’intervista. Per giorni si è tenuto alla larga dal dibattito del suo partito. Alla fine, ci prende gusto: “Qua tutti vogliono rottamare tutti, ognuno per ragioni di posizionamento personale. C’è chi dice rottamiamo per età, chi per legalità chi per sesso… Daniela, le amazzoni… Ma le pare possibile? Non si è mai visto un dibattito del genere a una settimana da un voto decisivo come quello siciliano. Per la serie: facciamoci del male”.
E allora La Russa, di chi è la colpa di questo casino?
“Prima ancora che del casino, e delle sue cause, vediamo il punto: mai, dico mai, il Pdl è arrivato al 15 per cento, percentuale che avevamo come An. Pur sapendo che buona parte dei nostri voti sono andati nell’astensione le cause del tracollo vanno analizzate”. [Read more...]

“BERLUSCONI E’ STATO GENEROSO, ORA DOVRANNO ESSERLO ANCHE ALTRI PERSONAGGI DEL CENTRODESTRA”

Berlusconi, Alfano, La Russa

Dall’intervista di A. Cangini su QN del 10 ottobre

…lei crede alla nascita dello schieramento moderato ipermontiano teorizzato da Berlusconi?
“Ipermontiano, scherza? Ipermontiano è sinonimo di larghe intese, esattamente il contrario di quel che ha detto Berlusconi”.
Correggo: uno schieramento che adotti Monti e magari anche il suo estensore.
“Anche qui, andiamoci piano. Parte dell’agenda Monti è una vera iattura: penso al’Imu, ai cedimenti alla Cgil, all’inchino alla Germania… Guai a prendere tutto per buono”.
A parte Monti e la sua agenda?
“A parte ciò, non è facile che nasca un’ampia coalizione di centrodestra con tutti dentro, ma è senz’altro auspicabile”.
Nel ’94 Berlusconi formulò analoghi auspici, e poi scese in campo personalmente…
“E infatti è probabile che la storia si ripeta. Berlusconi è stato generoso, ora tutto sta a vedere se lo saranno anche gli altri personaggi del centrodestra”. [Read more...]

“FASCISTA? PER ME E’ UN COMPLIMENTO – LO DISSERO ANCHE A MONTANELLI !”

Grillo e Bersani

Dall’intervista di P. Bracalini su Il Giornale del 28 agosto

‘Fascista!’, epiteto che La Russa, nei suo decenni di militanza prima Msi poi An quindi Pdl, ha sentito spesso (“Prima, però, ora sempre meno”), stavolta non arriva al solito indirizzo ma a quello di Beppe Grillo e al suo movimento Cinque Stelle, anche se dal mittente tradizionale. Qualche consiglio, da veterano, a Grillo? “Gli direi di rispondere così a Bersani: ‘Piano con i complimenti’”.
Onorevole, ‘fascista’ un complimento…
“Perché è in ottima compagnia. La sinistra ha dato del fascista ai partigiani bianchi, ai liberali, persino ad alcuni socialisti, tutti quelli che non stavano dalla loro parte. Diede del fascista anche a Indro Montanelli. Prima che le Brigate Rosse gli sparassero alle gambe, la sinistra parlamentare scatenò una campagna politica contro Montanelli a colpi di ‘dagli al fascista’. Quindi a Grillo hann fatto un complimento. Quando non sanno cosa dire o temono qualcuno, gli danno del ‘fascista’”. [Read more...]

“LE VITTORIE DEGLI EX AN SERVONO A RAFFORZARE ALFANO; BASTA PARLARE DI COMPETIZIONE TRA EX AN ED EX AZZURRI”

untitled 5

Dall’intervista di B. Bolloli su Libero del 14 febbraio

Basta con questa competizione tra ex An ed ex azzurri. Il confronto sulle idee ci piace, ma i discorsi su An che va meglio di Forza Italia nei congressi no”.
Ignazio La Russa, coordinatore nazionale del Pdl, non ci sta a parlare di quote 70-30. “Sono percentuali separate, servono solo a mettere zizzania. L’unità del partito, del resto, è garantita da Angelino Alfano: non certo un ex An”.
Al congresso provinciale di Milano, però, avete appena eletto Sandro Sisler, area la Russa…
Ecco, Milano è la porva che le distinzioni tra ex An ed ex Fi non esistono. Conosco Sisler da tempo, vero, ma è stato sostenuto da tutti: dal coordinatore regionale Mantovani, da Formigoni, dall’area socialista di Colucci. Che c’entra allora se è di An o no? Sono molto orgoglioso perché è la vittoria di una coalizione importante. Non è che ci mettiamo a contare se ci sono più coordinatori di An o di Fi”. [Read more...]