“SEMPRE CON GLI ITALIANI, MAI CON LA SINISTRA”

MILANO 17 NOVEMBRE

Dalla conferenza stampa del 15 novembre presso la Camera dei Deputati

”La destra del Pdl per far rinascere il centrodestra. Sempre con gli italiani, mai con la sinistra”. E’ questo il tema del un convegno che si terrà a Milano sabato 17 novembre nella piazza del palazzo della Regione. L’intera giornata verrà animata da numerosi dibattiti e dall’intervento come ospite di Angelino Alfano.
“Parteciperanno tantissimi parlamentari, consiglieri regionali, amministratori e militanti sparsi in tutta Italia. Interverrà l’ex ministro Carfagna, alle 11.30 interverremo io e Gasparri e dopo pranzo si svolgeranno due tavole rotonde: una con l’ex ministro Meloni e Quagliariello e l’altra dal titolo ‘Dove va il Pdl?’ con Cicchitto, Gasparri, io, Fitto e Lupi. Si terrà dunque un dibattito libero e alle 20 una cena a cui parteciperanno 600 persone. Certo, sarà difficile mantenere in 24 ore un pubblico foltissimo ma ci speriamo perché in passato ci siamo sempre riusciti”. [Read more...]

“BASTA IMU PRIMA CASA NEL 2013 – PRIMARIE PER L’INVESTITURA POPOLARE DEL CANDIDATO PREMIER”

Berlusconi e Alfano durante la presentazione dell'emendamento Pdl alla riforma costituzionale

Berlusconi e Alfano durante la presentazione dell'emendamento Pdl alla riforma costituzionale

dalla conferenza stampa al Comune di Milano dell’11 giugno


“Eliminare l’Imu nel 2013 sulla  prima casa e abbassare l’aliquota sulla seconda. Non chiediamo di non pagarla ma abbiamo detto ai sindaci del partito di metterla al minimo. Anche se vogliamo che la  legislatura continui, non siamo più in grado di sostenere il governo tecnico sulle tasse”.
“Riguardo le primarie del Pdl, il nostro segretario Angelino Alfano rappresenta l’indicazione del partito per le primarie del Pdl. Il motivo è quello di voler misurare il segretario con l’opinione dei cittadini: se vincerà sarà la sua investitura a candidato premier. Io sono tra i principali promotori delle primarie, non solo per un fatto estetico, cioè per non consentire una diversità rispetto alla sinistra, ma anche perché avendo noi Alfano che è l’unica novità degli ultimi due anni ai vertici dei grandi partiti, vogliamo che si misuri e si meriti una giusta investitura popolare. In merito agli altri esponenti del partito, considero benvenute tutte le candidature alternative a quella dell’attuale segretario Alfano.  Le candidature saranno tante,  importanti e meno importanti ma tutte con pari dignità, compresa quella annunciata di Daniela Santanché e quella dell’outsider Luciano Buonocore. Se si arriva a una coalizione più ampia, ci diciamo sin d’ora pronti a discutere sui candidati. In attesa di eventuali alleati noi andiamo avanti”.

“CON NOI AL GOVERNO, BASTA TASSE SU PRIMA CASA – ANCHE I TECNICI SBAGLIANO, LEALI CON MONTI MA NON COMPLICI DI SCELTE SBAGLIATE – ALFANO NON E’ IN DISCUSSIONE”

La manifestazione dei sindaci Pdl tenutasi il 12 maggio a Monza

La manifestazione dei sindaci Pdl tenutasi il 12 maggio a Monza

Da Agenzie Stampa

“Bisogna lavorare sull’Imu e impegnarci affinché nei prossimi anni non venga più pagata. Rivendico con orgoglio la scelta del governo Berlusconi di cancellare l’Ici sulla prima casa: quando torneremo al governo, la prima cosa che faremo sarà abolire le tasse sulla prima casa.
Speravamo e speriamo che si possa arrivare a riforme condivise necessarie per risollevare il sistema Italia, ma questo non significa che dobbiamo essere acritici. Questo è un ruolo che lasciamo a Casini. Abbiamo invece il dovere di valutare qualsiasi provvedimento perché anche i tecnici possono sbagliare.
E’ importante che ci siano un’opposizione e una maggioranza in una democrazia. Noi abbiamo ritenuto che fosse giusto fare una parentesi, accantonando una polemica preventiva che ha caratterizzato il governo Berlusconi. Questo ci è costato tantissimo, prima con l’alleanza con la Lega e poi con il risultato elettorale. Non abbiamo intenzione di votare a ottobre, vogliamo essere leali ma abbiamo il dovere di cercare prima di migliorare i provvedimenti presi dal governo Monti e se non vengono migliorati, il dovere di non essere complici con iniziative che vanno nella direzione opposta rispetto ad aiutare gli italiani ad uscire dalla crisi. E su questo siamo tutti d’accordo! [Read more...]

“ADESSO ASCOLTIAMO I NOSTRI ELETTORI”

voto amministrative

dall’intervista di M. Corso sul Secolo d’Italia del 9 maggio

“Una premessa: mai più un partito con la natura di quello di Grillo avrà un’occasione così ghiotta come questa, data la pregiudiziale antipolitica e il momento di voto in libera uscita, nonché l’assenza di un governo politico. Era un’occasione d’oro perché andasse un po’ meglio del dato nazionale, che si aggira attorno al 5%”. Ignazio La Russa, coordinatore del Pdl, non si scompone per il risultato del “tribuno”. Né crede che il tema della “punizione” ai partiti della maggioranza sia stato quello della riforma del finanziamento ai partiti.
Quello del rimborso resta però uno dei temi coi quali si alimenta l’antipolitica.
“Non può essere stato questo il motivo discriminante. Le dico una cosa: già il governo Berlusconi aveva effettuato dei tagli a partire da questa legislatura e, in più, aveva presi posto un ulteriore taglio del 30% nella prossima. Abbiamo già fatto una legge, solo che non se ne è accorto nessuno”. [Read more...]

“SU CASA E LAVORO SCELTE SBAGLIATE – CHI DISSENTE DALLA LINEA NEL PDL, PUO’ ANDARE: IL PARTITO NON E’ UN TAXI – IL PD CI ASCOLTI O SI VOTA COL PORCELLUM”

La Russa - Alfano

dall’intervista di L. Cesaretti su Libero del 6 maggio

On. Ignazio La Russa, la fate o no la riforma della legge elettorale?
“Al momento c’è uno stop, devono essere i tre segretari di maggioranza a prendere in mano la partita e dirimere le questioni ancora aperte”.
Quali sono?
“Il Pdl ha accettato molti punti che stavano a cuore alla sinistra, a cominciare da un sistema non più basato sulle coalizioni ma sui partiti. Ora tocca a loro accettare i contrappesi che chiediamo, a partire dai collegi, che devono essere molto ampi, almeno 400mila abitanti, per evitare condizionamenti del voto; e dall’indicazione del proprio candidato premier da parte di ogni partito”. [Read more...]