“GIU’ LE MANI DAI NOSTRI SOLDATI, CONVIENE ANCHE A NUOVA DELHI”

Gli eurodeputati si mobilitano per coinvolgere le Istituzioni a livello internazionale sulla vicenda dei marò italiani

Gli eurodeputati si mobilitano per coinvolgere le Istituzioni a livello internazionale sulla vicenda dei marò italiani

Dall’intervista di A. Farruggia su QN dell’ 8 marzo

“Il governo faccia sentire forte la voce dell’Italia, faccia capire all’India che la sorte di quei ragazzi è per noi un fato prioritario. Non importante, prioritario”. Ignazio La Russa, coordinatore del Pdl ed ex ministro della Difesa, da giorni chiede al governo un cambio di passo.
Onorevole La Russa, sta dicendo che il governo ha sbagliato nell’affrontare la questione con un approccio diplomatico?
“Errori può darsi che ci siano stati, ma in questo momento le polemiche non servono. Ne parleremo semmai a suo tempo. La cosa importante adesso è dare sostegno all’azione del governo, che per quanto concerne l’azione diplomatica sta facendo tutto il possibile, e nel fare contemporaneamente capire all’esecutivo che deve fare qualcosa in più”.
Per esempio?
“L’ho detto. Far intendere all’India che per noi questa è una questione prioritaria”.
Monti ha chiamato il premier indiano Singh.
“E bene ha fatto. Ma bisogna accrescere la visibilità della solidarietà della comunità nazionale. Ad esempio, in Italia abbiamo tanti indiani che vivono e lavorano qui. A loro faccio un appello: facciano sentire la loro voce per chiedere che siano dei tribunali italiani a decidere se il comportamento dei marò sia stato, come io credo, privo di censure, oppure sanzionino eventuali responsabilità”. [Read more...]

“Pronti a colpire ma non faremo raid sulle città”

da  La Repubblica

ROMA – “Ora dovranno cambiare i nostri assetti, manderemo sempre dei Tornado ma di altro tipo, adatti a colpire bersagli al suolo con dei missili di precisione. Ma non attaccheremo mai, ripeto mai, obiettivi militari dentro le città”. Ignazio La Russa spiega il cambiamento della missione italiana sulla Libia , annunciato ieri sera dopo una telefonata tra Berlusconi e Obama. [Read more...]

LIBIA:LA RUSSA A GATES, NO A NUOVI ASSETTI. LA SOLUZIONE DELLA CRISI E’ POLITICA

(ANSA) WASHINGTON.  E’ stato ”un incontro amichevole” durante il quale e’ uscito ”rafforzato l’asse di collaborazione e amicizia tra Italia e Usa sul piano politico e della difesa” ma al segretario Usa alla Difesa, Robert Gates, che chiedeva un ”allargamento” dell’impegno italiano nelle popolazioni militari in Libia, il ministro Ignazio La Russa ha detto di no: ”Non forniremo altri assetti perche’ non siamo secondi a nessuno negli assetti che gia’ mettiamo a disposizione. [Read more...]

Libia, la Nato insiste ancora ma l’Italia frena: “Bombardamenti? Siamo molto riluttanti”

da IL Giornale

 

“C’è stata chiesta una maggiore partecipazione ai bombardamenti in Libia, ma da parte nostra c’è riluttanza”. Così il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, parlando a Montecitorio. La Russa ha sentito al telefono il segretario di Stato alla Difesa americano, Bob Gates, che incontrerà lunedì prossimo, a Washington. Il ministro ha spiegato di aver rimandato a dopo l’incontro con Gates colloqui con i ministri della Difesa francese ed inglese, previsti in queste ore. [Read more...]

“Non siamo entrati in guerra, è una missione assegnataci dall’ONU…”

Intervista a Il Giornale

“L’ingresso nella coalizione internazionale è stato inevitabile: avendo le basi, astenerci sarebbe stato come votare contro. Siamo in campo per difendere il popolo, la missione durerà tutto il tempo necessario. Stare nell’alleanza ci protegge da ritorsioni” [Read more...]